L’EDPB sul trasferimento dati in USA

Abbiamo parlato diverse volte delle problematiche relative al trasferimento dati tra USA e Europa, dopo le due sentenze Schrems. Ora arriva l’Opinione dell’EDPB, molto attesa, in quanto, pur non essendo vincolante, avrà certamente un grande peso sulle future decisioni di adeguatezza. E’ appena uscita, quindi non abbiamo avuto tempo di leggerla con attenzione, ma scorrendole velocemente, si evince, prime facie, come i Garanti riconoscano le diversità di approccio nella normativa ai due lati dell’oceano, per cui solo le organizzazioni che abbiano adottato autonomamente e spontaneamente un’autoregolamentazione in linea con il GDPR possono essere considerate affidabili, mentre un riconoscimento di adeguatezza generalizzato sembra de escludersi.

L’EDPB pubblica l’opinione sul trasferimento Europa USA

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *