martedì, Luglio 23, 2024
Articoli italiani

Privacy e sanità: interviene il Garante

Purtroppo la sanità è un tema delicato, ma troppo spesso sottovalutato. Le app per ricordare di seguire una terapia o per registrare alcuni parametri, ad esempio , sono comodissime ed evitano di saltare terapie importanti, ma siamo sicuri che vengano offerte gratuitamente per pura generosità? Molto spesso i dati – preziosi – sullo stato di salute vengono venduti agli interessati, dai datori di lavoro alle compagnie assicuratrici. Per tacere delle strutture pubbliche spesso carenti in termini di sicurezza o di aggiornamento dei dati. Come accaduto alla Regione Lazio, colpevole di non avere aggiornato il data base e di avere inviato comunicazioni ad una persona deceduta da oltre vent’anni. Il principio di esattezza non deve essere violato, altrimenti scattano le sanzioni.

Il Garante interviene su un’app per il controllo del diabete

Il Garante sanziona la Regione Lazio

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *