giovedì, Giugno 13, 2024
Articoli italianiSentenze italiane

Recupero crediti e privacy

Poter recuperare le somme dovute è importante per la fiducia generale e quindi per il buon funzionamento dell’economia e della società e non è escluso il pignoramento presso terzi, ovvero il giudice può autorizzare il datore di lavoro, la banca o chi deve erogare fondi al debitore a pagare direttamente il creditore. Un giudice, però, non chiunque decida di mettere terzi a conoscenza del problema. In quest’ottica il Garante aveva emanato delle linee guida, specifiche per il recupero crediti, che talvolta vengono violate, come nel caso esaminato da questa sentenza di Cassazione.

La privacy nel recupero crediti

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *