giovedì, Febbraio 29, 2024
Articoli stranieri

Il Parlamento Europeo in violazione del GDPR

Possiamo scegliere: ridere per la notizia buffa, piangere perché il Parlamento dovrebbe essere dì esempio, sentirci confortati, perché nessuno è al di sopra della legge. Che il Garante europeo sanzioni il Parlamento è comunque una notizia di un certo spessore: i dati relativi al COVID sono finiti negli USA a causa di una leggerezza nella gestione, che non ha protetto adeguatamente i dati dal trasferimento in una nazione che non garantisce lo stello livello di protezione dell’Europa, come era già stato evidenziato dalla famosa sentenza Schrems II. Nessuna sanzione, almeno per stavolta, ma un reprimenda e un mese di tempo per rivedere le procedure.

Il Parlamento Europeo condannato Dal Data Protection Supervisor

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *