lunedì, Maggio 27, 2024
Sentenze italiane

Medici e segreto professionale

Se una persona già conosce la situazione non viola il segreto professionale il medico che condivide gli aggiornamenti. Questa la massima ricavabile dalla sentenza della Corte di Cassazione 318/2021, che ha esaminato il caso di un medico che ha comunicato l’infertilità di un uomo alla ex, la quale ne era già a conoscenza. Una conclusione ragionevole, anche perché non è certo da queste righe che usciranno strali contro la privacy, ma occorre anche difendere il lavoro dei medici, che non possono lavorare con la costante minaccia di denunce, molte volte pretestuose e finalizzate solamente ad estorcere un indennizzo extragiudiziale.

Il segreto professionale non si applica se il fatto è già noto

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *