domenica, Giugno 16, 2024
Articoli italiani

I dipendenti ridono, la banca è sanzionata

Certo, un uso anomalo del contante è sospetto, sia in termini di provenienza sia in termini di pagamenti in nero, ed è quindi ragionevole che, oltre un certo limite, le autorità controllino. Per contro una persona dovrebbe poter disporre liberamente del proprio denaro. Ecco allora che un cliente, infastidito dalla richiesta di spiegazioni circa l’uso della significativa quantità di contante che voleva ritirare, ha scritto una lettera ironica, con la quale dichiarava di volerlo spendere in prostitute, droga e simili. La lettera ha cominciato a rimbalzare tra i gruppi dei dipendenti, di qui ai Social fino a diventare virale. Tutto sommato non ci sarebbe stato nulla di male, se fossero stati oscurati i dati personali, invece è rimasto tutto in chiaro, cosicché l’Istituto è stato sanzionato. Ad essere sanzionata è la banca, in quanto titolare del Trattamento, che evidentemente non ha istruito adeguatamente i propri dipendenti e non ha vigilato sul loro comportamento.

Se i dipendenti violano le norme, responsabile è il Titolare

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *