In Cina le auto sottoposte a sorveglianza di massa

E in Europa no? Avevamo già parlato dell’auto

che chiama da sola

i soccorsi. Che l’Europa giuri che non è un sistema di tracciamento d’accordo, ma che possa diventarlo è un fatto. Sia per conto degli Stati che per abilità di qualche hacker.

Se dunque l’obiettivo dichiarato del Governo cinese è di inviare alle autorità tutti i dati del traffico, col risultato di esercitare una sorveglianza di massa, soprattutto se abbinata agli

smartglass in dotazione alla polizia

questo non esclude che i dati possano essere utilizzati per migliorare il traffico o agevolare un’operazione di soccorso. Come in Europa

Auto cinesi con chip di localizzaizone

Print

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.