Ma per quanto tempo vale il consenso?

Vado in un albergo, o più precisamente vi ritorno dopo alcuni anni. Eppure i miei dati sono ancora lì, magari anche la carta d’identità, se non è scaduta. Magari è comodo non dover rifare la procedura, ma per quanto tempo una rivista, un albergo, una palestra tengono i miei dati?

Quest’abitudine di conservare perennemente i dati, soprattutto senza che ve ne sia un motivo oggettivo e senza dichiararlo, con il GDPR deve sicuramente cambiare.

La conservazione (eccessiva) dei dati

Print

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *