giovedì, Maggio 30, 2024
Articoli italiani

Contatto medico-paziente via app? Comodo. Con cautela

Se n’era già parlato, ma ora il Garante ha prodotto un compendio. Avere la possibilità di chiedere un consiglio al proprio medico via WhatsApp, di ricevere una ricetta via mail, di modificare un dosaggio via Social è comodo e risparmia ai noi e al dottore code in sala d’attesa, visite inutili, perdite di tempo. Ma è anche un grande pericolo per la privacy, dato che non sempre questi canali sono sicuri e spesso neppure sono collocati sul territorio europeo. Si rende dunque necessario conciliare la comodità di questi strumenti con un adeguato livello di sicurezza. Al solito, sarebbe auspicabile un intervento dell’Europa, magari per creare un servizio di messaggistica e scambio di documenti dedicato e uniforme in tutto il continente, che garantisca il necessario livello di sicurezza. Naturalmente il problema può riguardare anche altri settori, come i contatti con un legale, un commercialista, un notaio…

Trattamento dati sanitari online

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *