giovedì, Febbraio 29, 2024
Sentenze europee

Cattivo pagatore? Dev’essere motivato

Può capitare, per necessità o per convenienza, di decidere di acquistare qualcosa usufruendo di un finanziamento, oppure ci si trova nella condizione di dover chiedere un prestito, di accendere un mutuo. Non sempre viene accettato, ma il cattivo pagatore deve avere la possibilità di difendersi e soprattutto di conoscere le ragioni del pessimo punteggio: un conto è il non aver saldato un prestito, altro è aver saltato una rata, per distrazione o per malfunzionamento del sistema bancario, ed aver rimediato appena venuti a conoscenza. La Corte di Giustizia Europea ha così stabilito che è un diritto conoscere metodi e risultati della profilazione, per cui si viene classificati come cattivi pagatori.

La sentenza UE

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *