sabato, Giugno 15, 2024
Articoli italiani

Attenzione alle riforme

Mentre molti Paesi hanno usato il GDPR come base per le loro normative sulla protezione dei dati, in Europa si discutono le riforme. La normativa europea, peraltro, più che ad un unicum assomiglia ad una costellazione, con tante norme specializzate affiancate l’una all’altra e legata da fili non sempre visibili. Se da un lato questa impostazione consente di avere normative più snelle per settori specifici, dall’altro forma un intersecarsi spesso inestricabile di normative complesse. In ogni caso nessuna norma è perfetta, né può resistere alla rapida evoluzione della tecnologia e della società, per cui si parla continuamente di riformare il GDPR e le altre relative al trattamento dei dati; giusto, ma l’importante è che le modifiche vadano nella direzione giusta, che non portino invece ad un indebolimento dell’impianto normativo. E’ ciò che temono i Garanti, almeno riguardo la riforma del Regolamento Europol, che sembra avere dato priorità alla pur auspicabile attività d’indagine che al diritto fondamentale alla protezione dei dati.

Le modifiche al Regoalmento Europol non convincono l’EDPS

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *