Un miliardo di cinesi in vendita

Certo è un fatto noto: il modo migliore per non perdere i dati è non averli. Però, se proprio si deve o si vuole raccoglierli, il modo migliore di proteggerli è di suddividerli, così da limitare il danno se qualcosa scappa. Se invece si raccolgono i dati di un miliardo di cinesi in un unico data base, non solo in caso di violazione si crea un data breach che entra nella storia, ma si rende anche molto appetibile l’accesso, aumentando quindi le probabilità dell’evento nefasto. E’ esattamente quello che pare essere successo in Cina, dove il data base della polizia nazionale è stato violato e messo in vendita sul WEB, cosicché dati, anche relativi a procedimenti penali, di quasi tutti i cinesi.

I dati dei cittadini cinesi sarebbero in vendita

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.