venerdì, Aprile 19, 2024
Articoli stranieri

Cloud e salute: ottimo, ma con attenzione

Per caso ha gli esami / la lastra / l’ecografia di 12 anni fa? In molti durante una visita medica si sono sentiti fare una domanda del genere: il medico, per capire meglio la situazione, ha la necessità di sapere se e come si è evoluta una determinata patologia, tuttavia non tutti sono precisi nell’archiviare i referti, quando non vengono gettati nella raccolta della carta, per cui avere una cartella in cloud dove vengono archiviati i nostri dati medici è certamente un vantaggio, così come lo scrivere la storia familiare una volta per tutte, oppure potervi accedere quando si è in vacanza, magari all’estero. Non parliamo poi della possibilità di condividere con altri specialisti di tutto il mondo un esito, di stabilire insieme ad altri medici una terapia. Però è anche molto delicato, perché un accesso abusivo può avere conseguenze spiacevoli, per cui l’ENISA ha prodotto una guida specifica per l’uso del cloud in ambito medico.

L’ENISA sul cloud per la salute

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *