Il legittimo interesse rende lecito il trattamento

Non bisogna dimenticare che il consenso è solo uno dei sei criteri di liceità previsti dal GDPR. E’ quello sul quale ci si concentra più spesso, anche perché rappresenta una fase attiva sia da parte del Titolare, che deve richiederlo – previa opportuna informativa – sia da parte dell’Interessato, che deve concederlo in modo libero e consapevole.

Vale però la pena di soffermarsi anche sugli altri criteri, uno dei quali è il legittimo interesse.

GDPR e legittimo interesse

Print

Share

2 pensieri riguardo “Il legittimo interesse rende lecito il trattamento

  • Pingback:Quando sussiste il legittimo interesse – Privacy Italiana

  • agosto 21, 2018 in 3:15 pm
    Permalink

    Ammettiamo che sono morti i genitori, che hanno messo al mondo 2 figli. Ora i 2 figli sono tutti e 2 eredi. Cioè, ogni uno di loro hanno il 50% ciascuno, (50%+50%= 100%). Domanda: visto che le percentuali sono uguali, e non per uno almeno il 50,000001%. La privacy è di piu’ per il primo o al secondo?

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *