lunedì, Giugno 24, 2024
Articoli stranieri

Agli Istituti di statistica non tutto è concesso

Perché una nazione possa funzionare occorrono dati, così da calcolare le tendenze e predisporre le infrastrutture. Gli Istituti di statistica eseguono dunque indagini e censimenti, al fine di raccogliere tutti quei dati necessari per la pianificazione e per comprendere il mondo che cambia, così da fornire alla politica le informazioni necessarie a predisporre gli interventi normativi. Ovviamente occorre predisporre un obbligo ed una sanzione per chi non lo rispetta, altrimenti si rischierebbe di vanificare il lavoro con una raccolta parziale, magari basata su un campione non significativo. Ma non tutto è lecito, per cui informazioni delicate, come lo stato di salute o le convinzioni religiose, possono essere lasciate alla buona volontà dell’intervistato. L’Autorità portoghese ha dunque sanzionato l’Istituto di statica per non avere specificato che la risposta a determinate domande, particolarmente invasiva, era da considerarsi facoltativa. In altri termini, non ha fornito un’adeguata informativa.

Istituto statistico portoghese sanzionato per informativa inadeguata

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *