mercoledì, Giugno 19, 2024
Articoli italiani

Cancellare i dati non è banale

Trascorso il periodo di conservazione, che può dipendere da valutazioni dell’organizzazione, da disposizioni di legge o da altri fattori, occorre cancellare i dati. L’operazione è meno banale del previsto: anche se dovrebbe essere ovvio i dati cartacei non devono essere semplicemente buttati nei bidoni, perché quello non è cancellare, ma renderli accessibili al primo che passa. Sembra scontato, ma ogni tanto qualcuno ci casca. Se poi la quantità di dati è importante a volte si sceglie di affidarsi ad una ditta specializzata, sia per i dati fisici che per quelli digitali. In questi casi è necessario ottenere un verbale di distruzione, così da garantirsi in caso di problemi.

I terzi devono certificare l’operazione di cancellazione

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *