giovedì, Giugno 13, 2024
Articoli italiani

Cosa non usare per proteggere le password

Abbiamo trovato una foto con alcuni libretti colorati intitolati “login and password”; sulle prime abbiamo pensato ad un caso isolato, ad una pessima idea per chi ha scarse competenze di sicurezza informatica. Non pubblichiamo la foto sia per non violare i diritti, sia per non istigare ad un pessimo comportamento attraverso una pubblicità gratuita, ma basta cercare sui siti di e-commerce “username and password book” o “password logbook” o simili per trovare decine di prodotti che consentono di raccogliere in un libretto tutti i dati di accesso a tutti i nostri siti preferiti. Certo, oggi sarebbe impossibile memorizzare tutti i diversi accessi che registriamo per il lavoro o per la nostra vita personale, ma portarsi dietro un quaderno con tutte le password, soprattutto delicate, non è certo sinonimo di consapevolezza: cosa accadrebbe se lo perdessimo o ce lo rubassero? Se viene tenuto in ufficio e chiuso in una cassaforte solo nostra, ancora si può valutare, ma, diversamente, molto meglio un bel file cifrato con una master password robusta. E quella ce la dobbiamo ricordare.

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *