sabato, Marzo 2, 2024
Articoli italiani

Dentista sanzionato, ma perchè?

Privacy Italiana non ha mai amato correre dietro alle tante sanzioni, con una curiosità a volte morbosa, infatti abbiamo inizialmente ignorato questa notizia di un dentista sanzionato. Vogliamo però ora portare il caso all’attenzione dei lettori non per la violazione in sé, ma per capire meglio cos’è successo davvero, dato che molti articoli hanno riportato che la violazione è avvenuta perché il professionista ha chiesto al paziente dati sulla positività all’AIDS ed altre malattie. Questo è inesatto, dato che il medico ha pieno diritto di informarsi sull’anamnesi del paziente e sulle patologie in essere; naturalmente dovrà rispettare il segreto professionale e trattare opportunamente i dati, ma non è certo vietato raccoglierli per offrire una cura migliore, non eseguire interventi non compatibili con le condizioni del paziente, nonché proteggere se stesso ed i suoi collaboratori. Dunque non è il fatto in sé di avere raccolto i dati ad avere portato la sanzione, quanto il successivo rifiuto ad intervenire, con motivazioni che evidentemente non sono state ritenute credibili: il punto non è quindi avere raccolto i dati, quanto averli utilizzati non nell’interesse del paziente, ma per decidere chi curare o meno.

Il Garante sull’utilizzo dei dati

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *