lunedì, Luglio 15, 2024
Articoli italiani

I rischi del tracciamento

Mentre tutto il mondo si sta dotando di app più o meno utili e più o meno invasive per tenere traccia dei contatti avuti e contrastare la diffusione del virus, mentre in tutto il mondo si stanno moltiplicando i dibattiti sull’utilità e legittimità di dette app, iniziano anche i data breach. Interessante la riflessione se la salute sia un diritto o un dovere, anche se non ci sentiamo di abbracciare al 100% le conclusioni. Immuni, o più precisamente il sistema di gestione del bluetooth, ha avuto un piccolo problema, tutto sommato irrilevante, dato che per poterlo sfruttare occorre essere vicini alla persona per tutto il tempo, quindi in quella situazione c’è già comunque un controllo, senza bisogno della app. L’Olanda si è appena persa un po’ di dati e comunque la sicurezza informatica può essere elevata, ma mai assoluta.

L’Olanda ha avuto un data breach sull’app di contact tracing

La salute è un diritto o un dovere?

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *