martedì, Maggio 21, 2024
Articoli italiani

I referti medici on line

A chi scrive è accaduto di doversi sottoporre ad una visita in ospedale, lo specialista ha chiesto una lastra ed attendeva il referto, ma il radiologo si trovava presso un’altra struttura. Visita rimandata? Ore di attesa? Niente di tutto questo: le lastre sono oramai digitali, per cui ha potuto esaminarla anche a chilometri di distanza e refertarla senza spostarsi. Questo esame, assieme a tutti gli altri, andrà a a comporre la mia cartella clinica, accessibile a tutti gli ospedali dell’ASL. Certo, sarebbe più comodo se potessi accedervi anch’io, magari per evitare di andare a ritirare gli esami del sangue, nonché il mio medico di base. Se poi dovessi trovarmi in un’altra ASL o all’estero sarebbe altrettanto utile poter visualizzare la mia situazione. Ci arriveremo, ma dobbiamo arrivarci in tutta sicurezza, dato che quella cartella potrebbe anche interessare assicurazioni, datore di lavoro ed altri soggetti, che non hanno invece alcun diritto di accedervi.

Il GDPR e la cartella clinica on-line

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *