Poste: illegittimo il sistema di gestione delle code

Ennesimo capitolo privacy/lavoro: le Poste hanno implementato un sistema di gestione delle code che fa comparire sui display il nome dell’operatore, al fine di migliorare il rapporto con l’utenza, nonché di registrare a livello nazionale i dati relativi ai movimenti che si verificano nei vari uffici. Il tutto, però, è stato avviato senza informare nè i dipendenti nè i sindacati. Inoltre oltre 12000 sportellisti potevano accedere ai dati raccolti, ricavando informazioni su tutti gli uffici. Il tutto è stato giudicato illegittimo ed il Garante ne ha ordinato il fermo con effetto immediato, chiedendo però la conservazione dei dati già raccolti, anche per poterli mettere a disposizione dell’autorità giudiziaria, qualora decidesse di intervenire.

http://www.gpdp.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/export/7355533

Print

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn
Share