Il DPO è una figura strategica: scegliere se interno o esterno è da ponderare

DPO interno? Si tratta di far crescere una figura di alto profilo e di retribuirla adeguatamente, ma si avrà una persona totalmente dedicata all’Azienda e che ne conosce tutti i processi. DPO esterno? Forse costa meno e cura da solo la propria formazione, ma ha molti altri clienti e cercherà di massimizzare i profitti minimizzando lo sforzo.

Però potrà farsi più esperienza vedendo altre realtà, ma magari sarà impegnato su altri fronti proprio quando capita di averne più bisogno.

Questi i primi punti che vengono facilmente alla mente, ma ci sono molte altre considerazioni, ad iniziare dalla differenza fra il Responsabile del Trattamento come lo consociamo oggi ed il DPO per com’è immaginato dal Regolamento Europeo. L’ANORC sviluppa molte considerazioni in proposito e, qualunque sia la scelta che si andrà ad operare, appare evidente dall’articolo che non potrà essere una scelta operata alla leggera.

DPO interno o esterno?

Print

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn
Share