Le conclusioni di un algoritmo si accettano senza capirle?

Se in Italia il catasto viene aggiornato quando capita, i comuni olandesi devono invece aggiornare ogni anno il valore delle abitazioni, in modo da potere tassare adeguamene il valore reale dell’immobile. Naturalmente oggi ci si affida ad algoritmi, che possono sbagliare. O quantomeno è la sensazione che ha avuto un cittadino che si è visto attribuire un valore da lui ritenuto troppo elevato, per cui ha chiesto spiegazioni ed alla fine è approdato in tribunale. Nonostante non sia stato divulgato l’algoritmo e non sia stato quindi possibile verificare che i parametri fossero correttamente stabiliti ed elaborati in modo congruente il giudice ha dato torto e confermato la tassazione. Non si vuole entrare nel merito della sentenza, non conoscendo a fondo il caso, ma certo un precedente pericoloso.

In Olanda ci si deve fidare degli algortimi, anche se ignoti

Print
Share

One thought on “Le conclusioni di un algoritmo si accettano senza capirle?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *