Se le telecamere sono associate al riconoscimento facciale

Spesso invocate dai cittadini come panacea per la sicurezza di persone e cose, in realtà le videocamere servono più a sorvegliare gli onesti e gli ingenui, mentre i professionisti semplicemente si mascherano il volto oppure occultano la targa. Ma se le telecamere di sicurezza sono associate ad un sistema di intelligenza artificiale, capace di analizzare i volti ed il portamento, riconoscendo una persona anche se indossa una mascherina? L’impatto sulla privacy delle persone è decisamente più elevato e le problematiche sono più ampie. Qui si cerca di approfondire la questione, anche se il passaggio ancora più critico sarà un altro: quando una telecamera o un sistema di videosorveglianza più ampio, come quello di una stazione o un aeroporto, sono dotati di questi siatemi già è un problema. Ma cosa accadrà quando saranno in una rete globale, così da poter seguire una persona da quando esce di casa a quando rientra? Anzi, tra telefonini, smart TV, smart assistant e compagnia bella anche in casa non si è più da soli.

Videosorveglianza e riconoscimento facciale

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *