WhatsApp comunica i dati dei cellulari

Comoda, comodissima! Ed anche gratuita. La chat di messaggistica più diffusa in Occidente (in Cina c’è WeChat) è uno strumento di lavoro e di comunicazione eccezionale, consente messaggi, chiamate, videochiamate, scambio di file. Ma perché qualcuno deve regalare un’infrastruttura così performante? Perché ci guadagna da qualche altra parte, è evidente, e l’unico modo di guadagnarci è attraverso i nostri dati. Ecco allora che Facebook, proprietario della app, è stato un po’ restio a riconoscere l’esistenza di un bug che comunicava a Google i dati del cellulare, consentendone l’indicizzazione. Forse non era del tutto involontario, potrebbero pensare i maligni.

WhatsApp e Google, binomio imperfetto

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *