Didattica a distanza e privacy

Tra i tanti problemi e relative soluzioni portati dal COVID c’è stato anche il problema della scuola: con i bambini ed i ragazzi bloccati in casa è stato necessario spingere sull’acceleratore della didattica a distanza. I problemi sono stati molteplici, dalla disponibilità di un dispositivo idoneo alla connessione alla possibilità di avere un locale idoneo: se due fratelli possono studiare silenziosamente nella stessa stanza, è impossibile avere uno che segue la lezione di storia, l’altro che ascolta una lezione di matematica mentre il padre è in smartworking e la madre partecipa ad una videoconferenza. Ci sono poi problemi legati alla tipologia di lezione, perché una lezione di filosofia può essere recepita anche a distanza, mentre un laboratorio di elettronica o di chimica necessita strumentazione ed assistenza, nonché legati all’età, perché più sono piccoli più la didattica a distanza deve essere mediata da un genitore. Per contro ci sono anche grandi opportunità: chi scrive ha potuto partecipare a corsi e master che in edizioni passate ha dovuto scartare per il troppo impegno che avrebbero richiesto il viaggio ed il soggiorno, così come i MOOC (peraltro nati parecchio prima del coronavirus) hanno consentito a tanti ragazzi di Paesi in via di sviluppo di seguire corsi altrimenti inarrivabili, ad appassionati di approfondire gratuitamente la materia di interesse, a professionisti di aggiornarsi nei momenti liberi, a tanti studenti di approfondire una tematica o di risentire una lezione persa o non compresa. Però ci possono essere problemi legati al trattamento dei dati un po’ diversi rispetto alla didattica in presenza e, terminato il periodo di emergenza acuta, durante il quale – giustamente – si è fatto ciò che si è potuto senza andare troppo per il sottile, ma assestandosi la situazione è stato giusto affrontare tutte le problematiche, inclusa quella del trattamento dei dati personali nella situazione specifica.

Didattica a distanza e privacy

Print
Share

One thought on “Didattica a distanza e privacy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *