Big data pubblici e dati personali

Non bisogna dimenticare che il GDPR non nasce per chiudere i dati in un forziere e seppellirlo in un luogo nascosto, ma ha come obiettivo anche la libera (ma non incontrollata) circolazione dei dati. In particolare i dati raccolti da Enti Pubblici, la cui raccolta è pagata con risorse pubbliche, devono potere essere utilizzati per lo sviluppo economico e sociale del territorio. I big data, gli open data ed i dati personali sono quindi destinati ad incrociarsi, a confrontarsi a definire i reciproci limiti e potenzialità. Sempre nell’ottica di realizzare una società smart, ma attenta all’individualità. Che non significa individualismo.

Urban big data e rapporti con la privacy

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *