Ancora un Comune condannato per violazione privacy

Ancora un Comune, ancora un albo pretorio galeotto. Che i piccoli Enti siano più in difficoltà è noto, così come è evidente che con la mole di documenti prodotti quotidianamente dai circa 8000 comuni italiani ogni tanto qualcosa venga dimenticato nell’albo e qualcosa ci finisca indebitamente. Però questa ordinanza della Cassazione è particolarmente interessante, poiché non riguarda la pubblicazione in sé, quanto la sua durata. Normalmente, salvo diversa previsione di legge, la pubblicazione all’albo dura 15 giorni; in questo caso il Comune aveva lasciato un atto pubblicato per un anno, causando la legittima rimostranza dell’interessato.

E’ violazione di privacy una pubblicazione legittima, ma non limitata nel tempo

Print
Share

One thought on “Ancora un Comune condannato per violazione privacy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *