La privacy esiste ancora?

Tutti i giorni si segnalano nuove tecnologie sempre più invadenti, continuamente si vedono riportati casi di violazioni e di utilizzo improprio dei dati. Viene quindi spontaneo chiedersi se la privacy esiste ancora, se ha ancora senso mantenere in piedi tutta la struttura per il corretto trattamento dei dati quando tutti sanno tutto di noi. In realtà, pur con tutti i suoi limiti, il sistema normativo odierno è l’unica barriera che si frappone tra di noi ed il controllo totale. Immaginiamo cosa sarebbe il mondo se non ci fosse alcun limite: ognuno di noi sarebbe costantemente tenuto sotto controllo in qualunque comportamento e potrebbe essere costantemente sotto ricatto. Neppure vale il discorso che chi non fa nulla di male non deve temere nulla. Anzitutto il concetto di “nulla di male” è piuttosto variabile nel tempo e nello spazio. In secondo luogo ognuno di noi ha piccole mancanze: andare a 55km/h dove il limite è 50, avere pagato una piccola cifra in nero, avere visitato qualche pagina WEB delle quali non siamo troppo orgogliosi… Niente di grave, certo, ma non per questo avremmo piacere che venissero divulgate a tutti.

L’importanza della tutela della privacy

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *