Alla condanna per diffamazione deve seguire la deindicizzazione

Può accadere che il WEB si riempia di contenuti diffamatori, che mettono in cattiva luce una persona, sia per l’aspetto personale che professionale. Oltre che rivolgersi ad un servizio di WEB reputation, per recuperare in termini di immagine, ci si può naturalmente rivolgere ad un tribunale, per vedere riconosciuta la diffamazione. Se ci viene data ragione, e viene quindi riconosciuta la falsità delle affermazioni che ci danneggiano, a parte l’aspetto giudiziale, deve anche una de-indicizzazione dei contenuti diffamatori che ci riguardano.

Alla sentenza per diffamazione deve seguire la de-indicizzazione

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *