Lavoro agile e privacy

Lavorare a distanza è certamente comodo e produttivo: si tagliano costi e tempi di spostamento, si lavora tranquilli in pantofole, si può far partire la lavatrice durante una pausa. Ma se sono un ufficiale d’anagrafe e mi chiedono un certificato ad uso separazione e passa mia madre davanti allo schermo? Se dimentico il PC accesso senza protezioni e mio figlio comincia a curiosare tra i segreti aziendali? Insomma lavoro smart è bellissimo, ma che sia fatto davvero con intelligenza. Anche perché l‘accountability del Titolare non scompare perché qualcuno lavora da casa

Il lavoro smart, con un occhio alla privacy

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *