Anche il Garante sul coronavirus

Non poteva mancare un intervento del Garante, per stabilire i limiti della privacy, tra necessità di conoscenza e scambio di informazioni e diritto alla riservatezza sui dai riguardanti la salute. In questi momenti naturalmente l’interesse pubblico è prevalente, ma senza esagerare, né, soprattutto, lasciando a giornalisti e opinione pubblica l’onere di indagini che spettano alle autorità competenti.

Coronavirus e dati personali

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *