Stavolta Google è sotto inchiesta per la geolocalizzazione

Google, mi trovi un ristorante qui vicino? Quando si è in una città che non si conosce e magari si è di fretta, servizi come questi sono comodissimi, ma il fatto che il nostro telefono sappia costantemente dove siamo può essere fastidioso, anche se non facciamo nulla di male. E neppure basta spegnere la geolocalizzazione: tra celle telefoniche, WiFi, telecamere di sicurezza, ci sono tanti altri modi per sapere dove siamo. Però aziende come Google, che su questi dati vivono e prosperano, rischiano di fare un uso sconsiderato in termini di condivisione e di profilazione, per cui finiscono regolarmente stto la lente del Garante, di quello Irlandese, nel caso specifico.

Google sotto inchiesta per la geolocalizzazione

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *