Il consenso dei minori non vale

Il GDPR prevede che ogni Stato possa fissare alcuni limiti di età per consentire l’accesso a Social altre applicazioni, ma fino a che punto il minore è autonomo nelle proprie decisioni? Il TAR ha fissato qualche paletto, stabilendo, com’è logico, che se scaricare un’app implica un impegno di tipo contrattuale il consenso del minore non ha valore.

Se l’app costituisce impegno contrattuale non vale il consenso del minore

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *