Hacker contro la PA

Troppo spesso gli Enti Pubblici trascurano la sicurezza, non solo per problemi di budget o per scarsa formazione, ma anche per l’intima convinzione di non essere di interesse per un hacker, che si immagina più interessato agli Istituti di credito o ai segreti militari. In realtà, a parte il fatto che in tanti casi gli hacker fanno “pesca a strascico”, raccogliendo tutto ciò che possono e selezionando successivamente i dati di interesse, i dati detenuti dalla PA sono tutt’altro che irrilevanti, sia perché possono essere usati direttamente, sia come base per ulteriori attacchi. Ne è la prova l’arresto di un hacker specializzato nella cattura e rivendita di dati della PA.

Arrestato un hacker dedicato alla PA

Il problema è la mancanza di cultura cyber

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *