Dopo il Garante, la Corte dei Conti

Che non si possano divulgare dati di minori disabili dovrebbe essere banale, ma così non è dappertutto, ed un dirigente scolastico è stato condannato dal Garante per avere impropriamente divulgato dati sensibili. Però non è finita qui: la Corte dei Conti ha ritenuto che la responsabilità, in un caso del genere, sia personale e la sanzione non debba quindi gravare sui bilanci dell’Ente, bensì su quello personale di chi ha commesso l’illecito.

La violazione dei dati può creare danno erariale

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *