La portabilita nei Social

L’idea di base è certamente buona: la portabilità dei dati favorisce la concorrenza, facendo sì che il tempo speso da un servizio per conoscerci possa essere trasferita ad un altro servizio. La sua applicabilità concreta è però questione tecnicamente e giuridicamente complessa: subentrano strutture dei dati, che non sono uniformi, diritti giuridici sugli stessi (ad esempio potremmo avere pubblicato una foto accettando certe regole e non volerla trasferire sotto regole diverse) e tanti problemi applicativi. Con i social, poi, il problema è anche di utilizzo, dato che il trasferimento da un social ad un altro potrebbe portare a condividere i dati con partner diversi, per finalità diverse da quelle originarie. Insomma, buona l’idea, difficile l’applicazione, alto il livello di attenzione necessario.

Social, GDPR e portabilità

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *