Segreto professionale e GDPR

Così a prima vista non dovrebbero esserci problemi a mantenere il segreto professionale anche in regime di GDPR: se uno riceve notizie confidenziali deve tenersele per sé, quindi non ci sono problemi di trattamento, di terze parti e così via. Lo stesso Regolamento prevede la questione all’art. 90, lasciando ai singoli Stati la possibilità di meglio definire la questione sulla base delle sensibilità locali. Tuttavia sono emerse alcune problematiche soprattutto relativamente al processo telematico, che non tutelerebbe adeguatamente i dati di tutte le parti.

Avvocati, segreto professionale e GDPR

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *