Raccolte punti e privacy

Richiamata la Pampers: che le raccolte punti non abbiano l’unico obiettivo di fidelizzare il cliente, ma siano anche un’occasione per acquisire un indirizzo ed un consenso ad utilizzarlo per campagne successive dovrebbe essere noto e normale. Ma c’è sempre chi esagera e viene richiamato dal Garante: questa volta è toccato alla Pampers, che per concedere qualche premio si aspettava poi di poter iniziare campagne piuttosto invasive.

Richiamata la Pampers per le raccolte punti

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *