Smart City e privacy

Oggi si parla molto di smart city, città cablate dove milioni di sensori consentono di conoscere in tempo reale le problematiche ed intervenire a risolvere i problemi riducendo gli sprechi ed ottimizzando le risorse: se c’è un cassonetto dei rifiuti pieno meglio svuotare quello, piuttosto che passare in una via dove sono mezzi vuoti; se il traffico è congestionato in una zona meglio segnalare percorsi alternativi, piuttosto che peggiorare la situazione. Tuttavia questi sistemi raccolgono anche un’enorme mole di dati personali, ed è importante che il sistema by design sia concepito per non raccogliere dati nominativi e per far sì che quelli raccolti non lo possano diventare.

Le smart city e le esigenze di trattamento dei dati personali

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *