La responsabilità nella gestione dei WiFi

Oggi moltissimi pubblici esercizi, enti pubblici, gestori di pubblici servizi, alberghi e così via offrono il WiFi gratuito. Un servizio certo utilissimo e apprezzato, ma fino a che punto possono fidarsi gli utenti e fino a che punto è responsabile il Titolare, sia di un uso illecito del servizio che di un attacco agli utenti? Navigare in una rete aperta e non protetta ci espone al rischio di infezioni malawar e di furto dei dati e dell’identità, mentre un uso scorretto, pensiamo al terrorismo e alla pedopornografia, può esporre l’intestatario della linea a procedimenti penali.

La privacy delle reti WiFi: profili di responsabilità

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *