Garante: i CV devono essere minimali

Il GDPR prevede che i CV che arrivano spontaneamente al datore di lavoro non richiedano un’informativa ed un consenso al trattamento, implicito nell’auto-candidatura. Tuttavia, nel moemnto del contatto con il candidato, si deve regolarizzare la situazione e si deve integrare o sfoltire il CV con le infrmazioni utili. E solo con quelle. Il Garante ha infatti stabilito che i CV debbano solo contenere quei dati necessari alla valutazione dell’idoneità per la posizione. Naturalmente potranno variare a seconda delle circostanze, dato che i requisiti fisici e culturali per lavorare in una ditta di informatica o per realizzare impianti in alta montagna sono molto diversi, ma i CV dovranno comunque essere impostati in accordo al principio di minimizzazione.

Nei CV solo i dati essenziali

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *