Privacy tra UE e USA

Le regole fra USA ed Europa sono piuttosto diverse, anche se ultimamente vi è una forte spinta Oltreoceano per avvicinare la normativa statunitense a quella europea. Per questo è nato il Privacy Shield, ovvero per evitare che la maggiore liberalità della normativa americana creasse problemi ai cittadini europei che utilizzano servizi made in USA, ma, soprattutto con l’entrata in vigore del Regolamento UE, non è considerato sufficiente. Tra le proposte sul tavolo delle trattative, la presenza di un Difensore Civico, di un “super DPO” che possa rispondere alle esigenze dell’Europa. I tempi si sono dilatati, ma ora l’Europa fissa alla fine del febbraio 2019 il termine massimo.

L’Europa accelera con gli USA per una figura di garanzia

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *