No del Garante alla fattura elettronica

Nata con il lodevole intento di combattere l’evasione e semplificare le verifiche, la fattura elettronica, per come è stata implementata, non ha avuto l’approvazione del Garante. Pur roiconoscendo l’interesse pubblico, il sistema è stato giudicato non proporzionato, dato che l’Agenzia delle Entrate, nel farsi intermediaria fra le due parti, conserva non solo i dati finanziari, ma l’intera fattura, che fornisce quindi indicazioni sulle abitudini d’acquisto, magari anche su presidi medici di natura sensibile. Il Garante ha dunque esercitato (per la prima volta) il proprio potere correttivo di avvertimento.

Il Garante boccia la fattura elettronica

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *