La portabilità dei dati

La portabilità dei dati è qualcosa in più del semplice trasferimento delle informazioni fondamentali per iscriversi ad un sito. Tutto sommato, è più semplice e veloce re-inserire i propri dati anagrafici piuttosto che chiedere il trasferimento dei dati ad un altro sito. 

Se però io ho acquistato per dieci anni libri da un certo fornitore on-line, e per qualche motivo decido di abbandonarlo e di rivolgermi ad un altro, il punto non è trasferire l’indirizzo o la data di nascita, bensì trasferire quel bagaglio di conoscenze sui miei gusti che è stato acquisito negli anni.

Questo è il vero senso della portabilità dei dati, consente a fornitori “giovani” di inserirsi meglio sul mercato, e fa sì che i propri dati di profilazione non vengano moltiplicati in troppi siti, anche in quelli che non usiamo più. Il prof. Pizzetti inizia ad affrontare questo aspetto del Regolamento, che sicuramente richiederà altri approfondimenti.

GDPR e portabilità dei dati

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *