Facebook ed i dati bancari

Il lupo perde il pelo, ma non il vizio. Pare che la saggezza di un tempo valga anche nell’era digitale. Non pago dello scandalo di Cambridge Analytica, Facebook punta ora ad includere nel già abbastanza ampio bacino di dati anche le informazioni bancarie, comprese abitudini d’acquisto attraverso le carte di credito. Naturalmente lo scopo dichiarato è quello di fornire  agli utenti un’esperienza sempre più gradevole e personalizzata, ma qualche dubbio sull’opportunità di creare un ancor più grande concertazione di dati rimane.

Facebook punta ai dati bancari

Print
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *