Nuove privacy policy delle grandi aziende: che alternative?

In questi giorni su vari Social (per i quali evidentemente abbiamo accettato le policy) sta girando una vignetta con uno che chiede “hai accettato le nuove regole?” e l’altro che risponde “per forza, che alternative abbiamo?”.

In effetti è il problema più grosso e che vanifica anche il meccanismo del consenso: o si accettano le condizioni oppure si rinuncia al sevizio. La app della banca deve mettermi in condizione di monitorare il conto ed effettuare alcune operazioni, perché deve accedere alla rubrica, alla posizione, alle foto? E così per tutti gli altri servizi. E’ chiaro che un’app di messaggistica che consenta anche di inviare foto e video ha necessità di potervi accedere, ma troppo spesso si chiedono dati inutili con approccio “prendere o lasciare”. Ed è quanto sta investigando ora il Garante europeo, poco propenso ad accettare quest’impostazione.

Consenso ottenuto in modo non troppo limpido

Print

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.