Stampanti a noleggio e GDPR: una combinazione pericolosa?

Interessante case study che l’esperto Andrea Monguzzi ha portato all’attenzione di tutti: uno studio legale noleggia una stampante di alto livello, poi la macchina viene passata ad un altro cliente. Nulla di strano, il bello del noleggio è proprio di poter rinunciare alla macchina o cambiarla con una più nuova o performante. Però bisognerebbe ricordarsi di svuotare l’hard disk e di formattarlo con programmi di sicurezza che impediscono il recupero dei dati, non lasciare migliaia di scansioni di documenti legali a disposizione dell’utilizzatore successivo. Così come la ditta di noleggio dovrebbe attivarsi per un doppio controllo.

Non dimentichiamo che la perdita di una chiavetta USB, il furto di un portatile o di uno smartphone possono causare una data breach, con tutta la procedura e le sanzioni conseguenti.

Dati dimenticati su una fotocopiatrice a noleggio

Print

Share

Un pensiero riguardo “Stampanti a noleggio e GDPR: una combinazione pericolosa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *