Evitiamo le fake news: il Regolamento si applica!

Qualcuno comincia a chiedere una proroga (impossibile, dato la portata europea dell’entrata in vigore), qualcun altro chiede un po’ di tolleranza iniziale (e questo è ragionevole) ed alla fine diventa una notizia: per sei mesi il Garante non farà attività ispettiva e non sanzionerà le imprese inadempienti. NOTIZIA FALSA.

Lo stesso Garante ha dovuto intervenire per smentire la bufala, ripresa da diversi siti anche seri (per fortuna Privacy Italiana non c’era caduta): il GDPR entrerà in vigore il 25 maggio, senza proroghe, e da quel giorno si inizieranno i controlli. Ci auguriamo non troppo severi nei confronti di chi si è dato da fare ma ha sbagliato qualcosa, ma neppure premianti verso chi ha ignorato totalmente l’adempimento.

GDPR: nessun rinvio

Print

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn
Share