Riconoscimento facciale e privacy

A fine 2017 Facebook ha implementato alcune nuove funzionalità, fra le quali la possibilità di effettuare il riconoscimento facciale all’interno delle foto postate dall’utente, funzione che può assere attivata o disattivata dall’utente. Detta funzionalità non è stata implementata in Europa, stante il fatto che il riconoscimento facciale è considerato trattamento del dato personale, oltretutto sensibile, dato che può rivelare informazioni circa l’origine etnica, lo stato di salute, la religione. Da un lato è la dimostrazione che il Regolamento europeo a qualcosa serve, se un colosso come Facebook ci pensa bene prima di attivare la raccolta di alcuni dati. Dall’altra, tuttavia, si tratta di una funzione che potrebbe essere attivata, con le dovute cautele e garanzie, e che potrebbe anche essere utile per contrastare furti e sostituzioni di identità.

GDPR e Riconoscimento facciale dei Social

Print

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn
Share